FANDOM



La saga del Maggiordomo Nero è la prima saga del manga e dell'anime.

Riassunto Modifica

In una foresta non lontana da Londra, giace il maniero della famiglia Phantomhive. Il maggiordomo, Sebastian, sveglia il padrone di casa, Ciel, gli serve la colazione, lo veste e gli annuncia i programmi del giorno.[1]

Per convincere Ciel a fare i suoi esercizi, Sebastian combatte e vince contro un maestro di arti marziali. Alla scena assistono anche la cameriera Mey Rin, il giardiniere Finnian e il cuoco Baldroy, che prontamente vengono sgridati dal maggiordomo in quanto non stanno svolgendo il loro lavoro.[1]

Ciel avverte Sebastian che in serata incontrerà Chlaus e quindi gli ordina di iniziare i preparativi. Intanto anche il resto della servitù si dà da fare, combinando però solo problemi. Mancano meno di due ore all'arrivo dell'ospite, quindi Sebastian rimedia ai loro errori con una soluzione alternativa: Chlaus viene accolto in un cortile in stile giapponese e gli vengono serviti tè verde e una cena a base di cibo giapponese. Mey Rin rovescia il vino sulla tovaglia, quindi Sebastian la toglie mantenendo il resto intatto e senza farsi notare dall'ospite, che si complimenta con Ciel per l'abilità del suo maggiordomo, che intanto porta loro il dolce.[1]

Ciel e Sebastian si recano in città per ritirare il nuovo bastone da passeggio ordinato su misura per il giovane conte. Il proprietario non prende sul serio Ciel, quindi il suo maggiordomo lo minaccia con il bastone con la scusa di verificarne la rigidità.[2]

Quando i due tornano a casa, trovano la magione addobbata in maniera femminile e la servitù vestita in modo insolito. Ben presto scoprono la causa: si tratta di Elizabeth, la fidanzata di Ciel che è venuta a fargli visita. Ella propone di organizzare un ballo alla magione Phantomhive e Sebastian convince Ciel ad accettare. Il conte, però, non sa ballare, quindi il maggiordomo si offre per insegnarglielo.[2]

Ciel indossa l'abito portatogli da Elizabeth, ma si rifiuta di portare l'anello abbinato togliendosi il suo. Lizzy quindi gli prende il suo anello, facendolo infuriare, si rifiuta di restituirglielo e lo scaraventa a terra, distruggendolo. Preso dalla rabbia, Ciel sta per schiaffeggiare la sua fidanzata, ma Sebastian glielo impedisce e poi spiega alla ragazza l'importanza di quell'anello, tramandato di generazione in generazione nella famiglia Phantomhive. Ciel quindi getta ciò che resta dell'anello fuori dalla finestra, asciuga le lacrime di Lizzy e la invita a ballare.[2]

Lizzy viene ospitata presso la magione e Sebastian avverte la sua famiglia di venirla a prendere l'indomani. Giunta la sera, il maggiordomo mette a letto Ciel e gli riconsegna l'anello intatto.[2]

Baldroy si occupa di sistemare i danni causati dai topi; quando ne avvista uno, Finnian tenta di colpirlo con una statua, rischiando di ferire il cuoco. Quest'ultimo quindi propone di ricorrere alla tattica: Baldroy, Finnian e Mey Rin decidono di sfruttare una poltiglia tossica, dei gatti e delle trappole per topi.[3]

Il rumore prodotto dalla servitù attira l'attenzione degli ospiti di Ciel, riunitisi nella sala da biliardo. Tra di loro si nasconde un criminale, che Ciel ha intenzione di scovare grazie agli strumenti fornitigli da Chlaus per ricevere il compenso da Scotland Yard.[3]

Sebastian sgrida Baldroy, Finnian e Mey Rin, cattura tutti i topi e li getta fuori dalla finestra, ordinando ai tre di svolgere i preparativi poiché ci saranno ospiti a cena.[3]

Ciel, terminata la partita a biliardo, si ritira nel suo studio, dove però viene addormentato e rapito. Sebastian si reca allo studio per servire il tè al conte, ma trova la stanza vuota e la finestra aperta, quindi capisce che Ciel è stato rapito e rimane deluso perché i suoi sforzi sono stati vani.[3]

Nel frattempo, Azzurro Vanel, il rapitore, lega e picchia Ciel, a cui rivela di essersi trasferito a Londra per spacciare droga per conto della famiglia mafiosa Ferro. Il criminale deride Ciel e gli inglesi in generale, ma gli chiede comunque di lavorare con lui. Il giovane conte rifiuta e, quando Azzurro lo minaccia con una pistola, afferma che in ogni caso Chlaus lo farà arrestare.[3]

Azzurro esige di sapere dove è tenuta la merce ottenuta da Chlaus e minaccia di uccidere la servitù della magione Phantomhive. Ciel ride, così il mafioso chiama i suoi sottoposti affinché procedano.[3]

Presso la magione, Mey Rin consegna a Sebastian una lettera da parte del rapitore, i cui cecchini falliscono nell'uccidere i due domestici. Baldroy, Finnian e Tanaka sopraggiungono, quindi il maggiordomo lascia a loro i preparativi per la sera perché lui ha da sbrigare altre faccende minori.[3]

Mentre sono in auto, i suoi sottoposti comunicano via telefono il loro fallimento ad Azzurro, quando vengono raggiunti e attaccati da qualcosa che li fa urlare terrorizzati: si tratta di Sebastian, che usa il loro telefono per chiamare il loro capo. Appena sente la voce di Ciel, il maggiordomo chiede ai mafiosi l'ubicazione di Azzurro, scaraventa l'auto giù da un dirupo e si precipita a salvare il conte.[3]

Azzurro Vanel ordina ai suoi uomini di impedire l'accesso alla sua residenza, quando essi si accorgono che qualcuno è già entrato. Si tratta del maggiordomo di casa Phantomhive, che in pochi minuti sbaraglia tutti gli scagnozzi e si precipita dal loro capo per recuperare Ciel. Proprio mentre sta per consegnare al criminale ciò che desidera, Sebastian viene colpito ripetutamente dai proiettili di alcuni gregari nascostisi.[4]

Il rapitore si accinge ad uccidere Ciel, quando improvvisamente Sebastian si rialza e restituisce ai mafiosi i loro proiettili. Vanel minaccia il giovane conte con una pistola alla testa ma, quando spara, il proiettile viene fermato da Sebastian, che poi gli torce un braccio e, mostrando la proprio vera natura, lo uccide.[4]

Il giorno dopo, si diffonde la notizia della chiusura dell'azienda Ferro Company, ovvero la copertura per i traffici della famiglia Ferro.[4]

Personaggi Modifica

Magione Phantomhive Famiglia Middleford Aristocratici del Male Scotland Yard

Note Modifica


Navigazione Modifica

Cronologia manga
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.