Il capitolo 44 si intitola "Quel maggiordomo, gemendo".

Riassunto[modifica | modifica sorgente]

Arthur suggerisce che l'assassino di Sebastian abbia preso la chiave della camera del conte; Grey propone dunque di controllare se essa sia ancora tra la cose del maggiordomo e Arthur avanza l'idea di muoversi in gruppi.

Così, Arthur, Grey, Ciel, Baldroy e Finnian si recano ai sotterranei dove si trovano i cadaveri. Il corpo di Sebastian è bagnato: Baldroy deduce sia a causa di un'infiltrazione dal soffitto e Arthur propone di spostarlo. Finnian obietta pensando a come si senta Ciel, ma proprio quest'ultimo lo zittisce e affretta la perquisizione del cadavere. Non trovando la chiave addosso a Sebastian, il gruppo si sposta in camera sua. Ciel apre l'armadio, dal quale fuoriescono numerosi gatti, a cui è allergico.

Non trovando nulla, Grey suggerisce di perquisire i bagagli degli ospiti. Anche questo tentativo si rivela vano, quindi Lau ipotizza che la chiave sia stata lanciata fuori dalla finestra. Finnian si propone per cercarla, seguito da Mey Rin; Baldroy li raggiunge per fermarli e, quando scoppiano in lacrime, ricorda loro il motivo per cui sono stati salvati da Ciel e Sebastian. Tanaka porta ai tre un ombrello e li invita a tornare dentro, comunicando loro che le provviste lasciate da Sebastian stanno per finire.

Mentre Lau ipotizza l'esistenza di un'altra persona all'interno della magione, qualcuno bussa alla porta della cucina.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Magione Phantomhive Altri
Aristocratici del Male

Woodley Company
Londra

Navigazione[modifica sorgente]

Cronologia manga
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.