FANDOM


Il capitolo 43 si intitola "Quel maggiordomo, robusto".

Riassunto Modifica

Arthur esamina il cadavere di Phelps e conclude che sia morto da diverse ore a causa di un'iniezione di veleno; inoltre nota che l'orologio che era sul comodino si è fermato alle 2:38.

Mentre i presenti si chiedono che cosa sia accaduto, Finnian, Baldroy e Mey Rin testimoniano di avere visto Sebastian nel mezzo della notte, rendendo quindi la sua morte successiva a quella di Phelps. Dopo un'altra discussione sugli omicidi, Arthur traccia uno schema degli alibi per le tre morti.

Woodley si spazientisce e, accusando Ciel di avere complottato contro tutti gli ospiti, si accinge ad andarsene. Arthur tenta di fermarlo, venendo però colpito dall'uomo furibondo; quando Ciel gli ordina di calmarsi, Woodley tenta di aggredire anche lui, venendo però atterrato da Tanaka. Mentre Arthur rimane ammaliato dallo stile combattivo del maggiordomo, Ciel constata che proprio lo scrittore è l'unico ad avere un alibi per tutti e tre gli omicidi, quindi mette lui a capo della situazione.

Personaggi Modifica

Magione Phantomhive Altri
Aristocratici del Male

Blue Star Line
Woodley Company

Londra

Curiosità Modifica

  • Commentando la ferita al collo di Phelps, Irene Diaz richiama il romanzo "Carmilla" di Joseph Sheridan Le Fanu; in particolare la vignetta ricorda un'illustrazione sulla rivista "The Dark Blue" del 1872.


Navigazione Modifica

Precedente Successivo
Cronologia manga
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.